La ragazza
Erminio Sinni

La ragazza cammina lesta sotto una pioggia d'aprile
Ha qualcosa che le passa per la testa ed è per questo che ride
Ha un bagaglio di emozioni dentro al cuore che le riempiono gli occhi
Ha un bagaglio di emozioni nuove che le accendono gli occhi

Se la osservi attentamente puoi avvertire i suoi pensieri
La puoi udire immaginare in silenzio sotto quei capelli neri
Con quei piedi piccolissimi di bimba da scaldare
Sembran fatti non per questo asfalto ma per volare

Per volare via da queste città di chiese nere di fumo
Di politici faccendieri di tutti e nessuno
Di truffatori di carte scippatori e suore
In questa città la ragazza ha conosciuto l'amore

E la vedi danzare in mezzo alle macchine in fila
tra le bestemmie dei conducenti e qualcuno l'ammira
Liberarsi nel cileo leberarsi e volare
Abbracciare quel sentimento vero abbracciarlo e sognare

E la vedi ballare far girare le nuvole bianche
E la vedi riempire di suoni e colori queste vecchie strade stanche
Dell'indifferenza e della nostra paura

Quanti angeli cadono dalle cattedrali sopra ai marciapiedi
In queste vie che traboccano di storia e di segreti
Di poliziotti corrotti puttane signore
E' prorpio in questa città la ragazza che ha conoscituo l'amore