Inno Dei Malfattori
Hinos

Ai gridi ed ai lamenti di noi, plebe tradita, la lega dei potenti si scosse impaurita e prenci e magistrati gridaron coi signori che siam degli arrabbiati, dei rudi malfattori.

Deh, t'affretta a sorgere, o sol dell'avvenir, vivere vogliam liberi, non vogliam più servir.

Folli non siam nè tristi, nè bruti, nè birbanti, ma siam degli anarchisti pel bene militanti; al giusto. al ver mirando, strugger cerchiamo gli errori; perciò ci han messo al bando col dirci malfattori.

Deh, t'affretta a sorgere...