La Tua Faccia Migliore
Pierangelo Bertoli

A chi ti attende quando sanguinerai rigido nel suo timore
Tu digli pure che aspetti dov'è e dagli la tua faccia migliore
Dal cielo grigio scende la neve, forse si muore un po'
Poi tutto cambia fin dove si vede
Il cielo si apre convinto dal vento
Camminerai sorpreso di te nelle città o lungo i sentieri
Camminerai dovunque tu sia
E sarà dolce se avrai compagnia
A chi ti aspetta quando sanguinerai
Perde il suo tempo non rimpiangerai
Vorrei vederlo quando non tornerai
Solo e impotente e pieno dei suoi vedrai
Vorrei seguirti dentro ai boschi nei percorsi fuori, là dove nascono i monti scuri
Nelle distese del coraggio dove sorge il sole
Tra le domande già piene d'amore
Camminerai sorpreso di te nelle città o lungo i sentieri
Camminerai dovunque tu sia
E sarà dolce se avrai compagnia
Posso vederti dentro il tuo cielo
Ti sentirò fin dove potrò con la mia mente oltre la sera
Dal disegno controluce, nel ricordo buio che ho
Quella faccia è come la mia, cerca tracce fresche seminate lungo tutta la via
Che tu seguirai
Camminerai sorpreso di te nelle città o lungo i sentieri
Camminerai dovunque tu sia
E sarà dolce se avrai compagnia.