Testamento
Simone Cristicchi

Testamento

(Mauro marè)

Me piacerebbe d'esse seppellito
Magara doppo morto, in cima a un colle
Senza la cassa, a pelle cò le zolle
In pizzo ar mare, limpido e infinito

E ar posto della croce un arberello
Che sia piantato sull'istessa tera
De limone, così che a primavera
Quanno er mare è più liscio e brillarello

Se spargerà er profumo tutt'attorno
Vieranno le farfalle cò l'ucelli
A sugamme li fiori tenerelli
E sarò alegro, giorno doppo giorno...

E allora canterò: "fior de limone...
Cò la morte diventerà un respiro
Un profumo, 'na brezza, 'na canzone"